nPlayer: il riproduttore universale che legge anche i sottotitoli con Voiceover

nPlayer è un riproduttore multimediale come ce ne sono molti altri, il più famoso è VLC, tanto per intenderci.
Riproduce qualunque tipo di file, da quelli audio a quelli video, ha un mare di funzioni che permettono una gestione dei nostri archivi multimediali pressoché completa.

L'app è in inglese, ma la può utilizzare chiunque, visto che i termini sono semplicissimi, sapete tutti cosa significa play, stop, forward, no?
Certo, se andiamo nei settings, ossia le impostazioni, alcuni parametri potranno sembrare molto complessi, ma il fatto è che la configurazione non richiede alcun intervento perché funziona già benissimo così!

Il motivo per cui la voglio presentare è dato dal fatto che è l'unica a mia conoscienza in grado di leggere i sottotitoli dei file con Voiceover.
Certo,iOs11 lo fa già, ma soltanto in Netflix o Amazon Prime Video, ma secercherete di guardare un film con iTunes oppure usate qualche altro player, i sottotitoli non verranno letti, mai.

nPlayer non solo legge i sottotitoli, ma lo farà perfino a schermo bloccato!
Vi chiederete perché una persona dovrebbe essere così fuori di testa da guardarsi un video a schermo bloccato... portate pazienza, questo sito è rivolto soprattutto a non vedenti, e perciò per noi l'audio è importantissimo, il video molto meno. :-)

Buone notizie anche per gli ipovedenti, potrete personalizzare completamente l'interfaccia di riproduzione, dallo sfondo ai singoli menu, compreso il carattere dei sottotitoli (tipo, grandezza, brillantezza, etc).

La versione che presento qui è a pagamento e costa 5 euro e qualche centesimo.
Esiste anche la versione gratuita, che però è piena di pubblicità e non supporta l'audio Dolby Digital. Io l'ho comprata perché quando un lavoro è fatto veramente bene, secondo me lo sviluppatore merita di essere ricompensato.

L'interfaccia principale è divisa in varie schede che si trovano nella parte bassa dello schermo.
Per l'uso più semplice, basterà tenere selezionata la scheda local, che permette di visualizzare i file presenti sull'iphone.
Le altre schede consentono di prelevare file dalla rete o di usare un browser interno, ma non descriverò tutte queste funzioni. Basti dire che la scheda network permette di navigare su una rete locale, ma anche su dropbox, icloud, webdav, server ftp, ci saranno una dozzina di protocolli e opzioni!
Ciò che ci interessa è l'uso più classico, spostare un file presente nel nostro pc e metterlo nell'iPhone, per poi riprodurlo e guardarcelo in santa pace.
A questo proposito si utilizza il pulsante WiFi transfer, il primo in alto a sinistra.
Dopo aver attivato la casella di controllo, è l'unica presente, il nostro iPhone aspetterà di ricevere un file dal pc.
Andiamo quindi nel pc, apriamo il nostro browser preferito e inseriamo l'indirizzo IP che viene suggerito nell'app. In genere avrà la forma 192.168.x.xxx:8000.
Il numero 8000 è la porta.
Si clicca sul pulsante aggiungi file, si seleziona il file desiderato e si aspetta che venga trasferito via Wifi.

Una volta terminato, possiamo riprodurre il nostro bel video su nPlayer.
In genere i file .mkv sono già muniti di sottotitoli. Se invece avete file .avi o mp4, sarà necessario procurarseli sui siti web, ma ormai si tende a creare contenitori .mkv per comodità e completezza.

è possibile anche modificare la velocità di riproduzione del file, andare avanti o indietro veloce, riprodurre su airplay o su Chromecast.
Per il momento è il miglior player che mi è venuto sotto mano, e ora che mi sono abituato ad avere i sottotitoli quando ci sono discorsi in lingue diverse o scritte che appaiono durante uno spettacolo, non ne posso più fare a meno, e mi dava molto fastidio non poterne usufruire nei file scaricati o acquistati.

Per la cronaca, l'app è in grado anche di interagire con itunes, riproducendo video, musica, Apple Music compreso.

Insomma, un'app che non può mancare se siete amanti di film o serie tv!

Sistemi operativi: 

Categorie app: 

Tipo di licenza dell'app: 

Offre acquisti in-app: 

Grado di accessibilità dell'applicazione: