Falla in Skype? Assolutamente no, ecco l’ennesima bufala che inonda la rete!

Nei giorni scorsi si sono rincorse voci allarmistiche legate ad una fantomatica falla legata al programma Skype, nelle sue versioni desktop, e che avrebbero esposto le macchine degli utenti a vulnerabilità pressochè totali...

Ci siamo documentati e, grazie all'attenzione ed alla precisione della nostra Elena, è emerso come, ancora una volta, la cosa sia stata trattata con enorme superficialità da parte anche di portali estremamente attendibili:

Solo per citare alcuni articoli dai toni più che catastrofistici...

La falla (un DLL hijacking che permetteva di prendere il controllo del PC) era stata scoperta da un ricercatore, Stefan Kanthak, ma a detta di questi articoli risolverla avrebbe comportato la riscrittura quasi totale di Skype e quindi Microsoft avrebbe lasciato perdere. Non è così. Kanthak ha frainteso la risposta datagli da Microsoft, ossia che sarebbe stato necessario un riesame approfondito del software (vero), e ne ha dedotto erroneamente che questo riesame non fosse stato fatto.

In realtà, nota The Register, la vulnerabilità è presente in Skype per Windows solo fino alla versione 7.40. Nella versione 8, rilasciata a ottobre scorso, la falla non c’è più, come ha spiegato Microsoft.

Quindi, questo allarmismo, diffusosi in un attimo nei giorni scorsi, risulta una delle più classiche delle bufale che è stata diffusa in maniera frettolosa senza quell'attenzione che risulta necessaria di fronte all'esplosione di queste news...

Ci tenevamo a diffondere questa rettifica, che potete leggere anche in questo articolo del sempre ottimo Paolo Attivissimo, dal momento che l'allarmismo si stava diffondendo anche tramite canali dedicati alle comunity specifiche per disabili della vista.

Questa è l'ennesima dimostrazione di come sia fondamentale tenere aggiornati i propri sistemi e, soprattutto, di come sia fondamentale documentarsi prima di diffondere notizie di questo tipo.

Tags: