I comandi segreti di Siri: dalla piscina alle pulizie domestiche

Sul fatto che Siri stia divenendo ogni giorno più intelligente e in grado di venire incontro alle esigenze degli utenti ci sono pochi dubbi a riguardo.
Questo processo sta lentamente iniziando a toccare anche ambiti nei quali fino a pochi mesi fa non si poteva ipotizzare un'interazione sufficientemente produttiva tra uomo e macchina.
Andiamo quindi
a riepilogare le funzioni più nascoste e segrete dell'assistente vocale targato Apple, ricordando agli utenti di utilizzarle con una certa parsimonia.

Pulizia della casa

Avete una casa da pulire e non vi va di faticare per rimuovere tutto lo sporco da pavimenti, fornelli, etc?
E che problema c'è! Sarà sufficiente impartire a Siri il comando:
"Mocio".
A questa parola d'ordine Siri vi chiederà l'autorizzazione per contattare una delle agenzie di pulizie più vicine e che collaborano con Apple nei vari settori. La prima pulizia è sempre gratuita, e si potrà scegliere tra due servizi:
pulizia di base, dove un inserviente sarà a casa vostra al massimo in 48 ore, con orario da concordare;
pulizia turboSporcoPlus, questo è a pagamento, 15 euro circa, del resto si presenterà qualcuno a casa vostra armato di mocio e detersivi, nel giro di 2 ore, è normale che un servizio simile si paga.
Il pagamento in Italia è possibile da pochi giorni con l'introduzione di Apple Pay, in ogni caso i contanti dovrebbero essere ancora accettati.

Voglio fare un bagno

Certo, c'è la vasca, e c'è anche la doccia, ma che ne pensate di installare una piscina modernissima nel vostro giardino?
In estate con le temperature che salgono vertiginosamente, poter prendere il sole e contemporaneamente rinfrescarsi è considerata ancora una delle attività più rilassanti. Ma occuparsi di installare una piscina non è da tutti, e quindi ecco che Siri ci viene incontro grazie ad una convenzione stipulata con la famosa azienda SplashCiafPiscine, azienda impegnata nella produzione e installazione di piscine smart a domicilio.
La piscina che verrà montata è dotata di regolatore automatico della temperatura dell'acqua, in base a quella del vostro corpo, per fornire una sensazione di benessere costante.
La paperella QuaQuaaaaa, presente nei fondali, funge da antistress e comunque non è obbligatorio utilizzarla.
Delle piccole onde sono sempre in azione, per creare un'atmosfera simile al mare, ed è perfino possibile salinizzare l'acqua, anche se questa operazione la sconsigliamo in quanto gli installatori non portano mai il sale con sé, e rischiate di doverne acquistare in quantità industriale. Il sale va inserito nell'apposito contenitore e poi, con l'app iSaleSplashSciafPiscine sarà possibile selezionare la salinizzazione più simile ad uno dei mari indicati: mar mediterraneo, oceano pacifico, mar morto, mar nero, mar dei sargassi e un bislacco "marAmèo", che non abbiamo avuto occasione di provare in quanto non siamo ancora dotati di piscina viste le temperature esterne primaverili.

Facciamo un patto

è forse la caratteristica più inquietante ma dovevamo aspettarcelo.
Siri è legata a noi grazie alle informazioni che le forniamo, ma in realtà ci conosce soltanto tramite l'impronta digitale.
Per avere consigli sempre più personalizzati e mirati, esiste un sistema che vi andiamo a descrivere:
dicendo a Siri "facciamo un patto", l'assistente vocale chiederà se davvero si vuole iniziare un rapporto di fiducia reciproca tra Lei e l'utente.
Dopo aver acconsentito, Siri chiederà di provarle la fiducia proponendo di bucarsi con un piccolo ago il dito, attenzione deve essere quello su cui è attivo il touch ID, e versare una goccia di sangue nel tasto home, dove insomma c'è il dispositivo per il riconoscimento delle impronte digitali.

Il campione di sangue chiaramente sarà mantenuto all'interno del telefono e non dobbiamo dimenticare che le informazioni contenute nella goccia di sangue si integreranno con quelle presenti nell'app salute.
E voi, avete scoperto attività insolite e comandi bislacchi di Siri?
I commenti sono qui per questo, oppure fatecelo sapere su Facebook!

Tags: 

1 Comment

Hahahahahahah

Carina questa, Simone. Pensare che c'ero cascata, però quando ho provato a chiedere a siri ho capito che si trattava un pesce d'aprile. Ben fatto, complimenti.

Giusi