Il cieco con gli auricolari mentre cammina per strada? AirPods Pro: arrivano i primi commenti sulla modalità trasparenza

Nell'articolo di presentazione di qualche giorno fa avevo citato una delle migliorie più interessanti degli airPods Pro, ossia la modalità trasparenza.
Trattandosi di auricolari che si infilano all'interno dell'orecchio, Essa è stata concepita per far ascoltare il suono circostante, in modo da non trovarsi completamente estranei al mondo attorno a noi.

Ora, il problema che mi ero posto, e non solo io, riguardava l'effettiva qualità di questa funzione, perché una persona non vedente può al massimo camminare all'esterno con un auricolare in un orecchio, lasciando libero l'altro, e già così è moooolto pericoloso! In genere questo stratagemma lo mette in pratica chi possiede un minimo residuo visivo.
Ebbene, leggendo recensioni e commenti da persone cieche che hanno provato e poi acquistato questi auricolari in varie parti del mondo, sembrerebbe che la funzione "trasparenza" sia semplicemente fenomenale.
Vengono conservati due fattori imprescindibili: la stereofonia e la spazialità.

In buona sostanza, sembrerebbe possibile camminare normalmente anche all'esterno, in quanto i microfoni degli auricolari sono in grado di far percepire i rumori in un modo molto simile a quello reale. Pare che vi siano degli aggiustamenti sui volumi di alcuni suoni, su questo non mi è possibile essere più preciso, ma per esempio, se una persona cammina e contemporaneamente legge un libro, la voce di Voiceover viene percepita "fuori campo", in una sorta di posizione virtuale che non va a disturbare il riconoscimento degli effetti sonori circostanti.

Per assurdo, risulterebbe molto più funzionale indossare entrambi gli auricolari AirPods Pro, piuttosto che avere un orecchio libero e servirsi di un qualsiasi altro auricolare.

Ora, mi preme moltissimo che questo articolo non venga preso come il nuovo miracolo del secolo, e lungi da me incoraggiarvi ad acquistare dei pirolini gommosi che vengono oltre 250 euro!
Le cose vanno assolutamente provate di persona!

Però, visto che ci piace molto cercare l'uguaglianza con le persone normodotate, invito a riflettere sul fatto che una delle mode del momento è camminare con la testa bassa rivolta verso il proprio cellulare, incuranti dei passanti, concentrati totalmente sull'importantissimo whatsapp da inviare.
Ecco, se gli Airpods Pro funzionassero veramente come dicono, saremmo nelle condizioni di abbattere un'interessante barriera.
Quella d'esser costretti, nostro malgrado, a rimanere concentrati sulla strada, sui passanti, evitando il più possibile distrazioni uditive, giacché quello è quasi l'unico canale utile quando si va in giro.

Una voce di Voiceover fuori campo, situata in uno spazio non contemplato dall'ambiente, potrebbe permettere anche a noi di camminare ascoltando un libro, le indicazioni del navigatore satellitare, un evento sportivo, qualunque cosa, tanto l'audio del telefono è spostato rispetto a quello del "mondo". Non avremmo problemi nel percepire un auto che passa alla nostra destra, o il tizio interista che borbotta sull'ultima rimonta subita. I milanisti non li sentirete, noi stiamo zitti da anni.

Tutto considerato, anche questa è uguaglianza... be, almeno fino a quando non si scaricano le batterie!

Per concludere, assumendo per veritiere le informazioni lette sui siti specializzati stranieri, rimane da comprendere se, una volta indossati gli AirPods Pro, si va a perdere quella capacità che permette a chi non vede di percepire un ostacolo a un metro di distanza (muri, aperture tra due edifici, etc).

Voi che ne pensate? Avete già provato questi auricolari? Siete favorevoli o completamente scettici?
I commenti in Facebook o nel presente post sono aperti alle discussioni!

Tags: